Categorie
Area Agri-Food Consulenza del Lavoro Consulenza Finanziaria Consulenza Fiscale Consulenza Legale

Business plan finalizzati alla richiesta di finanziamenti bancari

Hai bisogno di un Business plan finalizzato alla richiesta di finanziamenti bancari?

Omnia Consulting Italia nasce come studio di commercialisti e, in trent’anni di attività, sono state affrontate molteplici esigenze in vari contesti economici, sempre riuscendo a cogliere le migliori opportunità.

business plan

Infatti, lo studio è composto da Dottori Commercialisti, Revisori Contabili e Consulenti del Lavoro, assistiti da uno staff professionale e cordiale. Ci affiancano dei qualificati partners Legali ogni qualvolta sia necessario, per offrire alla Clientela la migliore risposta.

Proprio per questo proponiamo un’assistenza a 360 gradi per la realizzazione di business plan legati anche alla richiesta di finanziamenti bancari.

Spesso, infatti, muoversi nelle varie pratiche di presentazione della domanda per ricevere finanziamenti bancari potrebbe rivelarsi un processo ostico e confusionario.

Cosa fare?

Omnia Consulting Italia può rappresentare il consulente ideale per aiutarvi in queste procedure così complesse e rimanere aggiornati sulle novità in ambito fiscale, finanziario e legale.

Il nostro team di esperti. infatti, opera da più di quindici anni in molteplici ambiti di consulenza, quali: consulenza fiscale, legale, del lavoro, finanza agevolata, finanziamenti bancari, operazioni straordinarie e controllo di gestione ed area Agri-Food.

La nostra mission consiste nel trovare le soluzioni migliori ai singoli problemi e alle difficoltà che i nostri clienti incontrano giorno dopo giorno. Proprio per questo, la nostra azienda si distingue per le grandi capacità di Problem Solving dei nostri professionisti.

Se interessat* a ricevere un preventivo per la realizzazione del suddetto business plan, non esitare a contattarci.

Desideri rimanere aggiornat* sulle novità in ambito fiscale, legale e finanziario? Iscriviti qui sotto alla nostra Newsletter!

Categorie
Consulenza Fiscale

Direttiva del Conservatore del Registro delle Imprese di Roma – 20 giugno 2022

Il 20 giugno 2022 è entrata in vigore la direttiva del Conservatore del Registro delle Imprese di Roma che prevede l’obbligatorietà del deposito della copia del verbale di assemblea trascritto sul libro delle adunanze e delle decisioni assembleari.

Il deposito riguarda sia gli atti di nomina relativi alla variazione degli organi societari, nonché i verbali di approvazione dei bilanci di esercizio da trasmettere all’ufficio del Registro delle Imprese.

Cosa dispone la direttiva?

Tale direttiva dispone che:

  • gli atti relativi alla nomina/variazione degli organi societari e all’approvazione dei bilanci di esercizio, devono essere trasmessi all’Ufficio del Registro delle Imprese di Roma in copia conforme all’originale trascritto sul libro delle adunanze e delle decisioni assembleari;
  • non si potrà procedere all’iscrizione nel Registro delle Imprese di quelle istanze per le quali non sono state espletate le necessarie formalità previste dalla direttiva stessa, e si provvederà ad adottare un provvedimento di rifiuto, ai sensi dell’art. 2189 cc e art. 11 del D.P.R n. 581/1995, se non regolarizzate nel termine assegnato;
  • gli atti prodotti in copia conforme e allegati alle istanze in questione devono essere codificati ad “uso interno” e saranno consultabili esclusivamente previa formale richiesta di accesso da parte dei soli aventi diritto.

Hai bisogno di assistenza?

Omnia Consulting Italia può rappresentare il consulente ideale per aiutarvi in procedure complesse come questa e rimanere aggiornati sulle novità in ambito fiscale, finanziario e legale.

Il nostro team di esperti. infatti, opera da più di quindici anni in molteplici ambiti di consulenza, quali: consulenza fiscale, legale, del lavoro, finanza agevolata, finanziamenti bancari, operazioni straordinarie e controllo di gestione ed area Agri-Food.

La nostra mission consiste nel trovare le soluzioni migliori ai singoli problemi e alle difficoltà che i nostri clienti incontrano giorno dopo giorno. Proprio per questo, la nostra azienda si distingue per le grandi capacità di Problem Solving dei nostri professionisti.

Se vuoi rimanere aggiornat* su novità come questa, iscriviti alla nostra Newsletter qui sotto!

Categorie
Consulenza Finanziaria

Fondo ristorazione e pasticceria 2022

Il Fondo ristorazione e pasticceria prevede l’erogazione di agevolazioni fino al 70% dell’investimento, per un massimo di 30.000 euro per singola impresa, per:

  • acquisto di macchinari professionali,
  • acquisto altri beni strumentali durevoli innovativi.

A chi è rivolto il fondo?

Come specificato dal comunicato del Ministero i beneficiari sono le imprese di ristorazione con somministrazione, le pasticcerie e le gelaterie:

  • iscritte da almeno 10 anni al registro delle imprese
  • o in alternativa quelle che, nei dodici mesi precedenti la data di pubblicazione del decreto, hanno acquistato prodotti certificati DOP, IGP, SQNPI (Sistema di qualità nazionale di produzione integrata), SQNZ (Sistema di qualità nazionale zootecnica) e prodotti biologici.

Per la ristorazione la quota stabilita è fissata al 25 % degli acquisti totali, per la pasticceria e la gelateria al 5%.

Hai bisogno di assistenza?

Omnia Consulting Italia può rappresentare il consulente ideale per aiutarvi in procedure complesse come questa e rimanere aggiornati sulle novità in ambito fiscale, finanziario e legale.

Il nostro team di esperti. infatti, opera da più di quindici anni in molteplici ambiti di consulenza, quali: consulenza fiscale, legale, del lavoro, finanza agevolata, finanziamenti bancari, operazioni straordinarie e controllo di gestione ed area Agri-Food.

La nostra mission consiste nel trovare le soluzioni migliori ai singoli problemi e alle difficoltà che i nostri clienti incontrano giorno dopo giorno. Proprio per questo, la nostra azienda si distingue per le grandi capacità di Problem Solving dei nostri professionisti.

Vuoi rimanere aggiornat* su novità come queste? Iscriviti alla nostra Newsletter!

Categorie
Consulenza Finanziaria

Bando Voucher Digitali Impresa 4.0 Lazio

Il Bando Voucher Digitali Impresa 4.0 – anno 2022 prevede contributi a fondo perduto fino a euro 10.000 per consulenza, formazione e acquisto di beni e servizi strumentali finalizzati all’introduzione di tecnologie in ambito Impresa 4.0.

A chi è rivolto?

Il bando è rivolto alle micro, piccole o medie imprese con sede legale e/o unità locale a Roma e provincia.

Le imprese devono essere in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese della Camera di Commercio di Roma, con il pagamento del diritto annuale e con la dichiarazione dell’attività svolta.

Inoltre, non possono partecipare le imprese che hanno ricevuto un contributo nell’edizione 2021 del Bando Voucher Digitali.

Quali sono le spese ammissibili?

Acquisto di beni e servizi strumentali, inclusi dispositivi e spese di connessione, funzionali all’acquisizione delle tecnologie previste;
Servizi di consulenza e/o formazione relativi a una o più tecnologie tra quelle previste dal Bando.

A quanto ammonta il contributo?

Le agevolazioni sono accordate sotto forma di voucher, pari al 70% delle spese ammissibili, fino all’importo massimo di euro 10.000,00 a impresa.

Per accedere alla misura, l’investimento deve prevedere una spesa minima di euro 3.000,00 (al netto dell’IVA).

Quali sono le scadenze?

Le domande devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica con firma digitale del Legale Rappresentante/Titolare dell’impresa richiedente, attraverso lo strumento Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov, dalle ore 14:00 del 18 luglio 2022 alle ore 14:00 del 16 settembre 2022. Le domande vengono valutate secondo l’ordine cronologico di presentazione.

Hai bisogno di assistenza per la presentazione della domanda?

Omnia Consulting Italia può rappresentare il consulente ideale per aiutarvi in procedure complesse come questa e rimanere aggiornati sulle novità in ambito fiscale, finanziario e legale.

Il nostro team di esperti. infatti, opera da più di quindici anni in molteplici ambiti di consulenza, quali: consulenza fiscale, legale, del lavoro, finanza agevolata, finanziamenti bancari, operazioni straordinarie e controllo di gestione ed area Agri-Food.

La nostra mission consiste nel trovare le soluzioni migliori ai singoli problemi e alle difficoltà che i nostri clienti incontrano giorno dopo giorno. Proprio per questo, la nostra azienda si distingue per le grandi capacità di Problem Solving dei nostri professionisti.

Vuoi rimanere aggiornat* su novità come queste? Iscriviti qui sotto alla nostra Newsletter!

Categorie
Consulenza Finanziaria

Controllo automatico dichiarazioni, avvisi bonari pagabili in 60 giorni

Sale a 60 giorni il termine per versare le somme dovute in base agli avvisi bonari. Lo prevede un emendamento approvato in sede di conversione legge del decreto Ucraina (D.L. n. 21/2022) nella notte tra domenica 8 e lunedì 9 maggio 2022 dalle commissioni Finanze e Industria del Senato.

Questo ampliamento del termine è stato però previsto per un periodo di tempo limitato, dall’entrata in vigore della legge di conversione fino al 31 agosto 2022.

Qual è la novità?

Si raddoppia il termine, da 30 a 60 giorni, dal ricevimento della comunicazione di irregolarità, cosiddetto avviso bonario, per pagare le somme dovute a seguito del controllo automatico delle dichiarazioni presentate al Fisco, a condizione che il versamento venga effettuato in un’unica rata.

Viene così modificato, sino a fine agosto, il termine ordinario previsto dall’art. 2, comma 2, D.Lgs. n. 462/1997, riconoscendo un maggior tempo per versare le somme dovute in seguito ai controlli automatici.

Cosa si intende per controlli automatici?

La definizione di “controlli automatici” va ricercata in quei controlli, propriamente eseguiti mediante procedure automatizzate, su tutte le dichiarazioni presentate dal contribuente, al fine di scoprire determinati tipi di errori, risultanti dal contenuto della dichiarazione stessa e dagli elementi in possesso dell’Anagrafe tributaria.

  • Se in conseguenza delle correzioni risulti versata una somma inferiore rispetto al dovuto, il recupero si attuerà senza le regole e le garanzie proprie della rettifica della dichiarazione e la sanzione amministrativa sarà del 30% dell’importo versato in meno e non quella per infedele dichiarazione.
  • Qualora la somma versata sia maggiore rispetto a quella dovuta (per errore materiale o di calcolo) si procederà al rimborso d’ufficio e il termine per l’espletamento di tali controlli è l’inizio del periodo di presentazione della dichiarazione relativa all’anno successivo.

Hai bisogno di assistenza?

Omnia Consulting Italia può rappresentare il consulente ideale per aiutarvi in procedure complesse come questa e rimanere aggiornati sulle novità in ambito fiscale, finanziario e legale.

Il nostro team di esperti. infatti, opera da più di quindici anni in molteplici ambiti di consulenza, quali: consulenza fiscale, legale, del lavoro, finanza agevolata, finanziamenti bancari, operazioni straordinarie e controllo di gestione ed area Agri-Food.

La nostra mission consiste nel trovare le soluzioni migliori ai singoli problemi e alle difficoltà che i nostri clienti incontrano giorno dopo giorno. Proprio per questo, la nostra azienda si distingue per le grandi capacità di Problem Solving dei nostri professionisti.

Categorie
Consulenza Finanziaria

Bonus Export Digitale per la Micromanifattura

Ammonta a 30 milioni di euro lo stanziamento per la misura bonus export digitale a favore delle microimprese manifatturiere, anche in rete.

Il provvedimento attuativo del 12 aprile 2022 dà il via alla presentazione delle domande per ottenere gli incentivi per vendere all’estero impiegando soluzioni digitali.

Cosa finanzia il bonus?

  • Spese per l’acquisizione di soluzioni digitali per l’export, fornite da imprese iscritte in un apposito elenco delle società abilitate;
  • Spese per la realizzazione di sistemi di e-commerce verso l’estero che siano in grado di automatizzare le operazioni di trasferimento, aggiornamento e gestione degli articoli da e verso il web;
  • Spese per la formulazione di una strategia di comunicazione, informazione e promozione, servizi di CMS (Content Management System);
  • Spese per servizi di consulenza per lo sviluppo di processi organizzativi e di capitale umano finalizzati ad aumentare la presenza sui mercati esteri.

A quanto ammontano i finanziamenti?

Il contributo, nell’ambito del regolamento “de minimis”, è erogato dal gestore Invitalia nelle misure di 4.000 euro per le micro imprese e 22.500 euro per le reti e consorzi.

NON sono oggetto di contributo le spese di importo inferiore a 5.000 euro per le micro imprese e a 25.000 euro per le reti o consorzi.

Quando e come presentare domanda?

Le domande potranno essere presentate a partire dal 16 maggio 2022 alle ore 10, con modalità a sportello.

Hai bisogno di assistenza?

Omnia Consulting Italia può rappresentare il consulente ideale per aiutarvi in procedure complesse come questa e rimanere aggiornati sulle novità in ambito fiscale, finanziario e legale.

Il nostro team di esperti. infatti, opera da più di quindici anni in molteplici ambiti di consulenza, quali: consulenza fiscale, legale, del lavoro, finanza agevolata, finanziamenti bancari, operazioni straordinarie e controllo di gestione ed area Agri-Food.

La nostra mission consiste nel trovare le soluzioni migliori ai singoli problemi e alle difficoltà che i nostri clienti incontrano giorno dopo giorno. Proprio per questo, la nostra azienda si distingue per le grandi capacità di Problem Solving dei nostri professionisti.

Categorie
Consulenza Finanziaria

Bonus Pubblicità

Il 31 marzo 2022 scade il termine entro il quale è possibile inviare la comunicazione per l’accesso al credito di imposta per gli investimenti pubblicitari.

Come inviare la domanda?

La domanda potrà essere inviata tramite i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate, attraverso l’apposita procedura disponibile nella sezione dell’area riservata “Servizi” alla voce “Agevolazioni”, accessibile con:

  • Spid
  • Carta nazionale dei servizi (CNS)
  • Cartà di identità elettronica (CIE)

Nella comunicazione, deve essere indicato l’ammontare degli investimenti pubblicitari (distinto tra stampa ed emittenti televisive e radiofoniche) che il soggetto intende realizzare nel corso del 2022.

Inoltre, per poter usufruire del bonus sarà necessario inviare, con le stesse modalità telematiche, dal 1 gennaio al 31 gennaio 2023 la “dichiarazione sostitutiva” relativa agli investimenti pubblicitari effettivamente realizzati.

A chi è concesso il credito d’imposta?

  • Lavoratori autonomi;
  • Enti non commerciali;
  • Imprese;

nella misura unica del 50% del valore degli investimenti effettuati e, in ogni caso, nei limiti dei regolamenti dell’UE in materia di aiuti “de minimis“, entro il limite massimo di 90 milioni di euro, che costituisce il tetto di spesa.

Per questo, per l’anno 2022 non è più presente il presupposto dell’incremento minimo dell’1% dell’investimento pubblicitario, rispetto all’investimento effettuato nell’anno precedente, quale requisito per accedere all’agevolazione.

Cos’è escluso dal credito d’imposta?

Sono escluse:

  • spese sostenute per l’acquisto di spazi nell’ambito della programmazione o dei palinsesti editoriali per pubblicizzare beni e servizi di qualunque tipologia;
  • spese sostenute per la trasmissione o l’acquisto di spot radio e televisivi di inserzioni o spazi promozionali relativi a servizi di pronostici, giochi o scommesse con vincite di denaro, di messaggeria vocale o chat-line con servizi a sovraprezzo.

Volete rimanere aggiornati su novità come questa?

Omnia Consulting Italia può rappresentare il consulente ideale per aiutarvi in procedure complesse e rimanere aggiornati sulle novità in ambito fiscale, finanziario e legale.

Il nostro team di esperti. infatti, opera da più di quindici anni in molteplici ambiti di consulenza, quali: consulenza fiscale, legale, del lavoro, finanza agevolata, finanziamenti bancari, operazioni straordinarie e controllo di gestione ed area Agri-Food.

La nostra mission consiste nel trovare le soluzioni migliori ai singoli problemi e alle difficoltà che i nostri clienti incontrano giorno dopo giorno. Proprio per questo, la nostra azienda si distingue per le grandi capacità di Problem Solving dei nostri professionisti.

Categorie
Consulenza Finanziaria

Limite del contante a 2000 euro

La soglia, scesa a 1.000 euro dal 1° gennaio 2022, torna a 2.000 euro per effetto di un emendamento approvato al decreto Milleproroghe.

Il limite scenderà a 1.000 euro solo dal 1° gennaio 2023. La modifica influisce sulle eventuali violazioni commesse dall’inizio dell’anno, quando il limite è sceso a 1.000 euro: in applicazione del principio del favor rei, eventuali trasferimenti di denaro oltre la soglia ora modificata si considerano come mai effettuati. A condizione di non aver superato 1.999,99 euro.

A quali trasferimenti di denaro si applica il limite?

L’ambito applicativo della disposizione è estremamente ampio. Infatti, il limite al trasferimento del denaro contante deve essere osservato indipendentemente dalla causale sottostante e dal rapporto intercorrente tra i due soggetti interessati.

Il limite si applica, quindi, non solo per l’acquisto di beni e servizi, ma ad esempio, anche alle donazioni. Se l’importo dovesse essere superiore a 1.999,99 euro, il trasferimento della somma di denaro dovrà essere effettuato tramite un mezzo in grado di assicurare la tracciabilità, come un assegno bancario o circolare.

Cos’è vietato?

È vigente il divieto di frazionare l’operazione per aggirare il limite massimo. Il divieto di superare il limite vale anche quando il trasferimento sia effettuato con più pagamenti inferiori alla soglia che appaiono artificiosamente frazionati.

Sono consentiti i pagamenti a rate?

Non vi è alcuna violazione della disposizione per quanto riguarda il pagamento in due o più rate di una fattura, a condizione che i singoli importi corrisposti siano inferiori al limite di 2.000 euro. Ciò anche laddove l’importo complessivamente corrisposto fosse superiore a tale limite massimo. Infatti, fa parte della prassi commerciale il pagamento dei fornitori a 30, 60 e 90 giorni data fattura.

Volete rimanere aggiornati su novità come questa?

Omnia Consulting Italia può rappresentare il consulente ideale per aiutarvi in procedure complesse e rimanere aggiornati sulle novità in ambito fiscale, finanziario e legale.

Il nostro team di esperti. infatti, opera da più di quindici anni in molteplici ambiti di consulenza, quali: consulenza fiscale, legale, del lavoro, finanza agevolata, finanziamenti bancari, operazioni straordinarie e controllo di gestione ed area Agri-Food.

La nostra mission consiste nel trovare le soluzioni migliori ai singoli problemi e alle difficoltà che i nostri clienti incontrano giorno dopo giorno. Proprio per questo, la nostra azienda si distingue per le grandi capacità di Problem Solving dei nostri professionisti.

Iscriviti alla nostra newsletter qui in basse per rimanere aggiornat* su tutte le novità in ambito fiscale, finanziario e legale.

Categorie
Consulenza Finanziaria

INDUSTRIA 4.0: sei mesi in più per la consegna dei beni ordinati

Sono previsti sei mesi in più per non perdere il bonus per gli investimenti in beni strumentali e agganciare le aliquote più alte per gli acquisti di beni “Industria 4.0

Quali sono le scadenze?

Con il correttivo approvato al decreto Milleproroghe viene spostato dal 30 giugno 2022 al 31 dicembre 2022 il termine per completare l’investimento e quindi non perdere l’opportunità del credito d’imposta del 10% per i beni strumentali e soprattutto quelli nella versione più corposa dal 50% al 10% in base agli investimenti per i beni “Industria 4.0”.

Omnia Consulting Italia può rappresentare il consulente ideale per cogliere opportunità come questa e rimanere aggiornati sulle novità in ambito fiscale, finanziario e legale.

Il nostro team di esperti, infatti, opera da più di quindici anni in molteplici ambiti di consulenza, quali: consulenza fiscale, legale, del lavoro, finanza agevolata, finanziamenti bancari, operazioni straordinarie e controllo di gestione ed area Agri-Food.

La nostra mission consiste nel trovare le soluzioni migliori ai singoli problemi e alle difficoltà che i nostri clienti incontrano giorno dopo giorno. Proprio per questo, la nostra azienda si distingue per le grandi capacità di Problem Solving dei nostri professionisti.

Categorie
Consulenza Finanziaria

STERILIZZAZIONE DELLE PERDITE ANCHE SUI BILANCI 2021

Per le perdite dell’esercizio 2021 l’obbligo di ripianamento è differito fino al bilancio 2026: sono sospese alcune norme del Codice Civile, come già avvenuto per le perdite 2020 ripianabili entro i bilanci 2025.

Inoltre, è previsto che il termine entro il quale la perdita deve risultare diminuita a meno di un terzo è posticipato al quinto esercizio successivo: ovvero, il normale riferimento all’esercizio successivo a quello nel quale la perdita si è verificata è spostato al 2026, con obbligo per l’assemblea che approva il bilancio di tale esercizio di ridurre il capitale in proporzione delle perdite accertate.

Lo stesso discorso vale anche nel caso di riduzione del capitale sociale al di sotto del minimo legale, situazione che consente ai soci di deliberare il rinvio delle decisioni al 2026.

Omnia Consulting Italia può rappresentare il consulente ideale per cogliere opportunità come questa e rimanere aggiornati sulle novità in ambito fiscale, finanziario e legale.

Il nostro team di esperti. infatti, opera da più di quindici anni in molteplici ambiti di consulenza, quali: consulenza fiscale, legale, del lavoro, finanza agevolata, finanziamenti bancari, operazioni straordinarie e controllo di gestione ed area Agri-Food.

La nostra mission consiste nel trovare le soluzioni migliori ai singoli problemi e alle difficoltà che i nostri clienti incontrano giorno dopo giorno. Proprio per questo, la nostra azienda si distingue per le grandi capacità di Problem Solving dei nostri professionisti.

Iscriviti alla nostra Newsletter qui in basso!